Giovanni Giudici: una poesia da “Eresia della sera” (Garzanti, 1999) – Postille ai testi

giudici
Giovanni Giudici (Foto: © Carlo Carletti)

di Gianluca D’Andrea

Giovanni Giudici: una poesia da Eresia della sera (1999)

eresia-della-sera

Voltati dopo tanto

Voltati dopo tanto
Dimenticati nomi
Al caos mentale non più
Distinguere tra poi e prima

Poco vigili sensi
Già eravamo persone di un tempo trascorso
Il nostro non ancora però del tutto consunto
Di un oltretomba vivi

Profeti di passato – l’esatto
Contrario di colui che nella Bibbia
Rammemorò il futuro
E a noi nessuna ormai fraterna lingua


Postilla:

Il disorientamento parte dalle difficoltà della memoria. Nella mente il “caos” perché sono scomparsi i nomi, dimenticati. La conseguenza è incapacità di scelta, distinguere, perdita della propria presenza “storica”: «Già eravamo persone di un tempo trascorso». C’è una comunità di riferimento (si noti l’utilizzo della prima persona plurale) ridotta, invecchiata, che si riconosce nell’incomprensione dei segni del futuro (il riferimento al profeta Daniele, nell’ultima strofa, sembra suggerire questo). Forse queste figure, che brancolano nel passato e si sentono rifiutate dal futuro, queste apparizioni attraversate dall’incertezza e dal senso di sconfitta, possono diventare monito, o meglio allarme, perché lo sforzo di comprensione dei segni del “futuro” non si sleghi dalla conoscenza di quelli del passato, per riattivare un orientamento temporale, una lingua, una storia, anche se non lineare (il componimento, infatti, è giocato sulla forza scardinante della metatesi, l’ingarbugliamento sintattico, l’iperbato: «E a noi nessuna ormai fraterna lingua»).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...